Home / Protestati / Prestiti con Cambiali 2018

Prestiti con Cambiali 2018

Siamo ormai giunti al nuovo anno e finite le festività si torna a parlare del nostro solito argomento, ovvero dei prestiti con cambiali 2018.

Ci sono stati dei cambiamenti su questo fronte? Ancora per il momento non abbiamo notato nessuna novità, quindi anche per il nuovo anno, appena entrato, il funzionamento di questa linea di credito resterà invariato.

Prestiti con cambiali 2018: perché richiederli?

Questo anno di sicuro non è iniziato nel migliore dei modi, nel mese di dicembre 2017 tutti gli italiani hanno dovuto sostenere diversi pagamenti e per la maggior parte delle famiglie i soldi derivanti dalle tredicesime sono stati spesi tra tasse e qualche piccolo regalo. Purtroppo anche il mese di Gennaio non sarà da meno per quello che concerne le tasse (vedi ad esempio il canone Rai della Tv) e quindi ci si ritrova sin da subito con pochi risparmi nelle proprie tasche e tante spese da sostenere. Ed è proprio questo il principale motivo che spinge la gente a richiedere un finanziamento.

Perché si dovrebbe scegliere un prestito cambializzato al posto del classico finanziamento personale?

Il classico finanziamento, conosciuto meglio con il nome di prestito personale è ormai ottenibile solo da pochi “eletti”. Purtroppo per riuscire ad ottenerne uno, anche nel 2018, sarà necessario disporre di una fonte di reddito percepita con regolarità ma soprattutto questa dovrà essere dimostrabile.

Per dimostrare il proprio reddito percepito sarà sufficiente mostrare alla banca che erogherà il credito la propria busta paga se si è lavoratori dipendenti, il cedolino della pensione se si è pensionati e la dichiarazione dei redditi se si è lavoratori autonomi.

Chi non è in possesso di uno di questi documenti non potrà accedere ad un finanziamento nella classica maniera ma dovrà optare per un prestito con garante. Per capirci meglio una terza persona dovrà garantire per il debitore tramite le proprie garanzie reddituali che dovranno sempre essere dimostrabili.

Ma cosa accade se il richiedente è un cattivo pagatore o un protestato? Chi ricopre tale “carica” purtroppo non è ben visto dalle società finanziarie e quindi sarà necessario optare per un’ulteriore soluzione per avere accesso al credito. Anche qui si potrà richiedere l’ausilio di un garante oppure optare per la cessione del quinto.

La cessione del quinto ha però delle limitazioni: può essere utilizzata esclusivamente dai lavoratori dipendenti con regolare contratto di lavoro e dai pensionati. Tutte le altre categorie (disoccupati, inoccupati, dipendenti senza regolare contratto di lavoro e lavoratori autonomi) non possono richiedere la cessione del quinto.

La soluzione quindi per tali soggetti resta il prestito con cambiali. Il suo funzionamento è molto simile al più classico dei finanziamenti con la differenza che il rimborso non avverrà tramite il pagamento delle rate mensili ma attraverso il pagamento delle cambiali.

I prestiti cambializzati 2018 quindi possono essere erogati anche ai cattivi pagatori ed ai protestati. Per quale motivo un finanziamento con cambiali può essere erogato ad un soggetto che non può usufruire del tradizionale credito? La risposta a tale domanda sta nell’utilizzo della cambiale.

La cambiale è un titolo esecutivo e dà al creditore un’importante potere: nel caso in cui il debitore non dovesse onorare il proprio debito il creditore potrà effettuare la richiesta di pignoramento dei beni e la successiva vendita tramite un’asta. Il ricavato della vendita dei beni del debitore servirà a coprire il debito lasciato aperto.

Avendo tale potere, sempre grazie alla cambiale, il creditore si sente più sicuro e riesce a concedere un finanziamento anche nei casi più critici dove nella maggior parte dei casi le banche negano le richieste di credito ai propri clienti.

Le società finanziarie che nel 2018 erogano un prestito con cambiali sono relativamente poche rispetto al numero di banche che consentono di accedere al credito nella maniera più tradizionale. Ricordiamo inoltre che il tutto può anche essere svolto tra privati, l’importante è che la transazione venga stipulata secondo gli accordi previsti dalla Legge Italiana.

Salva

Salva

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi